FB

La Setas di Siviglia, orgoglio andaluso in legno e cemento.

Conosciuto anche come Metropol Parasol, la Setas è da 10 anni simbolo e vanto di Siviglia. Una struttura completamente in legno e cemento, che rimarrà nel tempo.

Se vi è capitato di organizzare una vacanza in Spagna sicuramente avrete avuto come possibile tappa Siviglia, città andalusa di 700 mila abitanti. Vedendone le immagini avrete ammirato un’enorme struttura in legno a forma di pergola, con entrata situata nella centralissima Plaza de la Encarnaciòn.

Questa enorme terrazza panoramica sovrasta l’intera piazza, fornendo riparo dall’arsura estiva tipica della regione e offrendo ai visitatori che ne percorrono la salita una visuale meravigliosa della capitale della comunità andalusa.

Un progetto tedesco in terra andalusa.

Originariamente chiamata Metropol Parasol, prima di assumere all’inaugurazione del 2011, il nome di Setas (fungo in spagnolo, per la forma che inequivocabilmente lo ricorda), questa struttura alta 26 metri, progetto dell’architetto tedesco Jürgen Mayer-Hermann, è un iconico esempio di architettura moderna e di costruzione in legno (se non per le fondamenta in cemento). All’interno dei suoi 4 livelli ospita un museo archeologico, uno spazio per gli eventi artistici, svariate attività commerciali e il succitato belvedere.

La storia della Setas

La Plaza de la Encarnaciòn, prima che venisse edificata la Setas, era originariamente sede del mercato cittadino, che però venne demolito negli anni ’70 del secolo scorso lasciando la piazza inutilizzata e in degrado. Negli anni ’90 il comune andaluso decise di costruirci un parcheggio sotterraneo, ma i lavori vennero abbandonati quando si scoprì che nel sottosuolo vi erano resti di edifici di considerevole valore artistico e storico.
Abbandonata l’idea del parcheggio, nel 2004 il comune pensò di bandire un concorso, a livello internazionale, di riqualificazione della piazza, e questo concorso venne vinto appunto da Mayer-Hermann.
I lavori per l’edificazione iniziarono nel 2005 e si presumeva dovessero terminare nel 2007, ma una serie di ritardi di natura tecnica e burocratica portò il costo dell’opera a raddoppiare le spese stimate nel preventivo iniziale e a prolungare i lavori, terminati solamente nel 2011.

Setas - Siviglia

Riconoscimento editoriale: V_E / Shutterstock.com
Riconoscimento editoriale: Mix Tape / Shutterstock.com

Post Correlati